Tutti gli articoli di Stregar's Blog

Un sito creato per raggruppare le attività passate, presenti e future, diramate a macchia e collegate da link accattivanti. Pagine che non parlano solo di me ma, soprattutto sono rivolte alle persone che incontro, alle loro attività e ai loro interessi. D'altronde ogni persona ha qualcosa da offrire e solo un interscambio onesto e solidale può far nascere qualcosa di grande.

ATTIVITA’ IN PRO LOCO ed altre associazioni.

Lei toglie tempo alla sua professione e in cambio non riceve alcun indennizzo? (Enrico Brizzi)

Giunta ricca di carica emotiva e di spirito di rivolta in una pro loco che di sostanza ha creato solo un mercatino del riuso (dal quale mi dissocio). Dopo tale eperienza mi sono documentata sul web e? cos’ho trovato? Ne parlo in questo articolo del post.
In sostanza ho scoperto che in Italia esistono una marea di lavori, basterebbe solo riuscire a rendere lucroso ciò che ora è volontario e non retribuito.
Chi me lo fa fare di andare in una piazza in una domenica di Dicembre a togliere dalle tasche di poveretti che forse guadagneranno solo ciò che hanno speso per la sosta, soldi che vanno nelle tasche di un ricco comune che non ne pulisce neppure il piazzale.


Nonostante questo pensiero ne ho svolto per tre anni la mostra fotografica;

Ed eccomi a parlare della pagina Facebook dedicata esclusivamente alla Pro loco. Nel crearla mi sono divertita , avevo impostato la mia data di nascita come impostazione e il giorno del mio compleanno ho ricevuto almeno 1000 auguri… mi son quasi sentita una star!!!
Siamo arrivati a 5000 Contatti e già al momento dell’immagine, quando ormai tutto era andato in fumo, i contatti sono arrivati a -756… ma io in quel periodo avevo smesso già da tempo.
A gennaio il link alla pagina era ancora attivo e indirizzava al sito del comune di Fiorano Modenese. Ora non mi fa più accedere ma i motivi possono essere vari e di diversa ragione.
Ho tenuto la photo solo come testimonianza… presentimenti in corso!!!!
Mi dispiace un’infinità perché avevo una marea di idee che non mi hanno permesso di sviluppare, avevo creato anche una pagina linkedin ma tutti il mio operato pareva a loro (non a tutti) come un’immensa cazzata e fesseria fantasiosa.


Così ho cambiato associazione e questa mi ha dato maggiori soddisfazioni;

Oltre al magma, avuti in stallo tre pelosi dall’associazione; “Una casa per un gatto“.

Grazie alla “Banda dei Cagotti” che ho avuto in casa per un po di mesi mi son documentata sul problema di una non sterilizzazione  dei felini arrivando a scrivere una petizione che non ha raggiunto soddisfacenti aspettative.

Dog sitter e Pet Sitter

Ovviamente non potevo non associare l’attività degli album con dei cuccioli in carne ed ossa ed eccomi a svolgere l’attività di Pet sitter appoggiandomi ad un sito in cui è presente una copertura assicurativa per i pelosi in sosta; quì il link al sito e al mio profilo.

Non dimenticare di leggere al tuo pargolo le simpatiche storielle che scrivo durante il loro soggiorno.

Cercando e ricercando nel web ho trovato come evitare il lavoro in nero per poter svolgere questa ed altre attività in totale tranquillità.
Già la registrazione al sito “Dog Buddy” è importante perché ne tutela i pagamenti e lo consiglio vivamente a chi volesse intraprendere questa strada che non assicura grossi guadagni se non quelli di qualche vacanza extra.
Di seguito il documento che potete scaricare, l’ho fatto vedere a due commercialisti ed è regolare anche senza indicare la ritenuta d’acconto.
Trattasi della “Notula” un documento che è valido tra privati in cui va indicato il numero e il codice fiscale di entrambi. Se la ricevuta va ad un’intestatario di ditta (es: Mario Rossi) lui può detrarla ma è necessario indicare la ritenuta d’acconto che mi verserà (anche senza contratto) e di cui mi farà avere copia. Se inserisco la Marca da bollo questa va nella copia del cliente ed è lui che deve pagarla (perché inserirla tra privati? Pensavo servisse a me per la dichiarazione dei redditi).
Le Notule compilate vanno inserite nella dichiarazione dei redditi nel quadro RL “Altri redditi” non ricordo bene se al rigo 15 o 14 ma ci penserò nel 2020!!!!

ATTIVITA’ CON GLI ANIMALI

Prima di leggere questo post è obbligatorio Accedere a questo link e cliccare in alto a destra dove c’è scritto “Attenti ai Campioni”.

Cosa c’entra la Pizzardi editore e il loro album firmato “Amici Cucciolotti” con il mio sito?
Ho iniziato a fare la promoter nel 2017 ogni anno, nel mese di Gennaio/Febbraio, distribuisco per un’ora al giorno questo utilissimo e istruttivo album di figurine.  In collaborazione con Enpa , Plastic Busters con la missione salvadelfini, ABF (Andrea Boccelli Foundation per la costruzione di una nuova scuola nel comune terremotato di Muccia e Abio donado figurine ai bambini dell’ospedale pediatrico. Completando l’album viene donato loro un contributo per l’ annuale missione (L’anno prossimo avranno differenti scopi)
Ma a prescindere da questo l’album è bello; istruttivo,colorato, in parte a fumetti con Westie come illustratice della storia accompagnata dagli amici Nasoni.

Inoltre perché non inserirlo? Daltronde sono prenenti almeno due post su di loro nel mio Blog, a voi la lettura;
Il Primo è un post di presentazione ,
Il secondo è ricco di tenerezza,ed è divenuto un capitolo per un ipotetico libro.

Curiosologa al Supermercato

impossibile non condividerne il pensiero!!!

“Non sono anticupcake, ritengo però che il nutrimento sia la prima fonte di salute, prima ancora delle medicine e dei medici, per stare bene è importante mangiare cose buone e sane e se conosco quello che sto mangiando faccio bene al mio corpo. Se mangio cupacake ingerisco tanto zucchero che è dannosissimo e non va bene.”
Ma, a volte, per il cervello si, fa bene anche lo zucchero… per questo è giusto equilibrare, ma questo è un’argomento che parlo nella scheda “Risparmio e alimentazione” questo è un’articolo curiosamente dedicato alle attività commerciali; dai centri  con le piazze, dal cioccolato al liquore al pistacchio… tutto controllando i prezzi e risaltando le qualità o decadendo in errori speculatori drasticamente criticati.
Dalla qualità di taluni articoli 
Alla curiosità su altri.
Dalla gratuita pubblicità della fantastica, economica e ecologica coppetta
Alle ricerche da mission impossible
Al turismo commerciale tra i viali.
Solo un piccolo assaggio di ciò che si può trovare sul blog principale nella categoria con questa tematica ma, mi raccomando, aggiornate sempre la pagina perché questa sezione è una di quelle che riempio con più frequenza!!!
Ma come sono divenuta così celebralmente malata?  Innanzitutto lavoro in un centro commerciale e la scuola più significativa l’ho avuta da alcuni clienti e colleghi poi la deformazione professionale ha fatto il resto….Tutto ha inizio con il classico obbligato risparmio, la lotta tra un equilibrio spese/stipendio penso sia un peso per tantissime famiglie Italiane. Tra spesa, affitto e bollette il mio iniziale stipendio part time era ridotto ad un’osso rosicchiato, sicuramente questo libro può essere utile per chi vuole iniziare a destreggiarsi per fare economia (e vi assicuro che ci si riesce… con estrema fatica si può).

Di seguito è possibile scaricare un file che mi è stato molto utile per mantenere in equilibrio la contabilità casalinga di quel periodo;

Ricordo che avevo (io e mio fratello) due gatti da cui non ci siamo voluti separare nonostante le ristrettezze, lui ha trovato lavoro dopo due mesetti nei quali i poveri felini si son dovuti accontentare di ogni ristrettezza ma, alla fine, ho ceduto io con carne economica ma non cestinata … daltronde i gatti son così, se non garba al loro palato il cestino è assicurato!

Cosa dice la legge al riguardo degli animali all’interno dei centri commerciali?

Arpista Irlandese!

LAV Modena – Lega anti vivisezione ha organizzato “Vento d’Irlanda”, due eccellenti arpiste ci hanno intrattenuto con le loro melodie per due orette circa, spettacolo veramente interessante e di grande effetto che avrò modo di mostrarlo a tutti appena la connessione si deciderà a collaborare.

Ma torniamo all’organizzazione della serata…
Certo che potevate fare di meglio, senza far vagare tutti tra un posto e l’altro alla ricerca del proprio nome scritto in un post it giallo dallo stile micro e, alcuni, in corsivo!!!!
Dite la verità; lo avete fatto apposta, per far si che ci conoscessi a vicenda grazie all’entusiasmante caccia al tesoro.
Per la prossima volta vi suggerisco un’altra opzione: anziché mettere i post it sullo schienale metteteli direttamente sotto la sedia così ci vedrete striscianti alla ricerca del cognome e, intanto, vi siamo utili per pulire il Pavimento!!!!
Fossi in voi ci farei un pensierino…

Ho ascoltato volentieri il discorso sulla raccolta di firme che hanno organizzato avendo, io stessa, scritto una petizione per sollevare il problema di alcune zone italiane anche se, su un punto affrontato, sono in netto disappunto.

Il ponticello difettoso.

Eccomi giunta nei pressi del ponte, quello della Veggia è sconsigliabile farlo a piedi nonostante la presenza di un’antico marciapiede.
Essendo venuta a conoscenza di un ponte costruito appositamente per consentire il passaggio dei pedoni tra un comune e l’altro, inizio la ricerca..
Chiedo informazioni a due signore, gentilmente una di queste mi indica il percorso, scopro però che conduce a una proprietà privata.
Torno sui miei passi e cerco una strada differente, purtroppo devo camminare fino al rondò della circonvallazione per poi seguire, al fianco della ceramica “Gazzetti” , il sentiero che conduce al percorso natura Secchia.
Il tutto è molto bello, si trova la zona di addestramento Cinofila, un laghetto, giochi per bambini e tanto verde.
Dopo essermi storta una caviglia in un’asse conca del ponticello in legno, proseguo la ricerca..
Moderno e costruito bene, il paesaggio è incantevole ma,mi accorgo immediatamente che il ponte attraversa solo il fiume e non lo stradone… “AH!!! OK…” esiste un sottopasso che ti permette di attraversare anche la strada…
Nel frattempo incontro un vecchio che mi spiega le varie vie… Castellarano, a destra arrivi a Villalunga e, con tono orgoglioso e soddisfatto, mi informa che diritto arrivi anche fino a Modena.
Lo lascio alle sue convinzioni da pensionato e percorro il sottopasso…terminata la salita, mi trovo di fronte a una gara di Moto con tanto di birilli a terra pronti per essere evitati.
Li osservo un pò per poi proseguire verso il ponte della Veggia dal lato opposto costeggiando la circonvallazione.
Sono così costretta ad attraversare il ponte della Veggia a piedi..
Con la videocamera in mano raggiungo il marciapiede completamente distrutto, vi sono crepe visibili ed evidenti in almeno tre punti e non oso immaginare il lato in cui passa il treno. Sono nettamente visibili i tubi in ferro e, in alcuni punti, il cemento si è trasformato in sassi
In compenso il panorama del fiume è fantastoco!!!
Fortunatamente non è passato il treno ma è passata una bicicletta che porta a ingombrare lo stretto ponte.

FOSSOLI – 25 APRILE 2017

Il verde riempie gli antichi edifici diroccati,detriti che ospitavano masse di Ebrei e i loro persecutori.
Il cinguettio degli uccellini e la leggera brezza si sono sostituiti al rombo delle mitragliatrici.
In un contesto come questo Mattarella viene messo in secondo piano…
Ma andiamo con ordine…
Il centro di Fossoli è assai misero e ho facilmente trovato il luogo. Purtroppo sono arrivata alle 16 e il viale che conduce al campo di concentramento è già chiuso per il suo arrivo previsto nei trenta minuti successivi.
Prendo atto che è riuscito ad entrare solo chi è arrivato prima dellla chiusura del viale ma non mi dò per vinta..
I vigilanti ci hanno tenuto lungo il ciglio della carreggiata ma, non contenta, son sgattaiolata per leggere un cartello informativo del campo, e invece? se rimanevo in quel punto il vecchio mi avrebbe stretto la mano prima della sua partenza… Va beh!!! Avrò altre occasioni…
Stava ancora salutando il pubblico che sono entrata per vedere il campo di Fossoli.
Un tempo era molto più vasto e, della parte superstite, è stato restrutturato un edificio e due sono in fase di restrutturazione, all’interno dell’unico caseggiato visitabile si trovano le storie di molti personaggi che hanno partecipato attivamente per salvare delle vite umane nonchè il plastico della zona superstite composto da stabili per i Tedeschi, i loro uffici e la zona per gli Ebrei.
Molte macerie sono andate distrutte a causa delle scosse di terremoto perciò molti mattoni sono visivamente staccati, appaiono quasi solo appoggiati e sorretti dalla sola forza di gravità.